CHARTREUSE LIQUEUR DU 9* CENTENAIRE 47% CL.70
Cerca
Close this search box.
CHARTREUSE LIQUEUR DU 9* CENTENAIRE 47% CL.70

CHARTREUSE LIQUEUR DU 9* CENTENAIRE 47% CL.70

Codice Articolo: 6876

6 disponibili

Il Chartreuse Liqueur du 9° Centenaire Release 2024 è un capolavoro di eccellenza e tradizione, creato per celebrare il nono centenario della Grande Chartreuse, il monastero madre dell’ordine certosino. Questo liquore raro e prezioso è un tributo alla lunga storia di dedizione, mistero e sapienza dei monaci che, per secoli, hanno perfezionato l’arte della distillazione.

note di degustazione

Aspetto: Alla vista si presenta con un colore verde smeraldo intenso, che cattura immediatamente l’occhio.

Olfatto: Al naso è una sinfonia di aromi erbacei e floreali. Si percepiscono subito note fresche di erbe alpine, accompagnate da sfumature di menta e spezie. Un delicato accenno di agrumi, come limone e arancia, aggiunge una freschezza vivace, mentre sottofondo di anice e miele conferiscono una dolcezza equilibrata e intrigante.

Gusto: In bocca è un’esperienza avvolgente e complessa. La dolcezza iniziale delle erbe si fonde con una robusta presenza di spezie, creando un equilibrio perfetto tra dolce e piccante. Note di menta, anice e agrumi emergono distintamente, arricchite da un sottofondo di miele e vaniglia che aggiunge profondità e ricchezza. Il retrogusto è lungo e persistente, con una freschezza erbacea che rimane piacevolmente sul palato, invitando a un altro sorso.

abbinamenti gastronomici

Da degustare liscio, con il bicchiere leggermente raffreddato. Perfetto se abbinato a formaggi erborinati.

Chartreuse

la cantina

Specifiche

Il Liqueur du 9° Centenaire Chartreuse è un tesoro raro, prodotto in quantità limitate ogni anno per celebrare la fondazione dell’ordine certosino, avvenuta nel 1084. Questo liquore è una combinazione sapiente di diverse Chartreuse e ogni bottiglia riporta il numero unico e l’anno di imbottigliamento. Invecchia per almeno tre anni in grandi botti di rovere, conferendo al liquore una profondità e una complessità uniche. L’anno 1084 segna la nascita dell’ordine dei padri certosini, uno dei più antichi del mondo monastico, fondato da San Bruno. Nato a Colonia nel 1030, Bruno era un professore molto rispettato alla scuola-cattedrale di Reims. Nonostante il suo successo, decise di seguire la sua vera vocazione e abbandonò il mondo e i suoi privilegi per dedicarsi alla vita monastica. Intraprese questo cammino con sei amici fidati e, dopo vari tentativi insoddisfacenti, arrivò a Grenoble, attirato dalla reputazione del giovane vescovo Hugues. Hugues aveva raccontato di un sogno in cui Dio costruiva una dimora nel cuore di una montagna chiamata Chartreuse, un luogo così isolato da essere definito “il deserto”. Sette stelle indicavano il cammino verso questo luogo. Quando Bruno e i suoi amici arrivarono, Hugues interpretò il loro arrivo come la realizzazione di quel sogno divino. Era il 1084 quando Bruno trovò, in quel luogo remoto, il posto che cercava. In breve tempo costruirono un sistema di celle collegate da una galleria e strutture per coltivare la vita comunitaria, un aspetto che Bruno riteneva fondamentale, specialmente per bilanciare il rigore della vita solitaria. Così nacque l’ordine dei Pères Chartreux.

Lasciati ispirare

consigliati per te